Comune di
Trescore Cremasco



Mi trovo qui: Home - Comune - IUC (IMU/TASI/TARI)


IUC (IMU/TASI/TARI)

IUC 2017

Informazioni in aggiornamento.

Il calcolo IUC 2017 on-line

Link al sito esterno per il calcolo 2017

IUC 2016

In prossimità del saldo IMU entro il 12 dicembre 2016 l’Amministrazione Comunale mette a disposizione, per i cittadini che non possano provvedervi autonomamente o che necessitino di supporto, un servizio di supporto per la compilazione dell'F24 per i versamenti di IMU

Per ogni informazione o chiarimento è possibile rivolgersi all’Ufficio Tributi del Comune al n. 0373/272240.

IMU 2016

Dati da utilizzare per il versamento del 16 dicembre 2016

ALIQUOTA

6 per mille

DETRAZIONE

€ 200,00

ALIQUOTA PER ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE CLASSIFICATE UNICAMENTE NELLE CATEGORIE CATASTALI A1 –A8 –A9

Si intende per effettiva abitazione principale l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente. L’aliquota si applica alle pertinenze classificate nelle categoria catastali C/2, C/6 e C/7 nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.

Si applica l’aliquota per l’abitazione principale all’unita’ immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziano o disabile che sposta la propria residenza in istituto di ricovero o sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa rimanga vuota a disposizione dell’anziano o del disabile che potrebbe, in qualunque momento, rientrarvi o dell’eventuale coniuge, con lo stesso convivente.

Si applica l’aliquota per abitazione principale alla casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.

Dall’imposta dovuta per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, € 200,00 rapportati al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

COMODATO AD USO GRATUITO

ALIQUOTA ORDINARIA

10,6 PER MILLE

La base imponibile IMU è ridotta del 50% per le abitazioni, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A1-A8-A9, concesso in comodato a parenti in linea retta entro il 1°grado a condizione:

  • Che sia utilizzata da questi come abitazione principale, con contratto registrato, per abitazione e pertinenza;
  • Che il comodante:
    • possieda un solo immobile in Italia, oltre a quello adibito ad abitazione principale, non di lusso, nel territorio in cui è ubicato il’immobile concesso in comodato;
    • deve risiedere e avere la sua dimora abituale nello stesso comune in cui l0immibile è concesso in comodato
    • deve presentare la dichiarazione Imu che attesti il possesso dei requisiti.
  • Il contratto sia registrato, redatto in forma scritta.
  • Per riconoscere l’agevolazione, TUTTE le condizioni devono sussistere contemporaneamente.

ALIQUOTA ORDINARIA

10,6 PER MILLE

Si applica a tutte le altre tipologie comprese le aree fabbricabili.

ESENTI

  • TERRENI AGRICOLI, posseduti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola ; sono immutabilmente destinati all’agricoltura, alla silvicoltura e all’allevamento di animali, con proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile
  • COOPERATIVE EDILIZIE immobili a proprietà indivisa adibita ad abitazione principale dei soci assegnatari anche se assegnate a studenti universitari soci assegnatari

TERMINI DI VERSAMENTO

Seconda rata 16 dicembre 2016

SOGGETTO PASSIVO

  • proprietario dell’immobile, aree fabbricabili e terreni agricoli;
  • titolare di diritto reale di usufrutto, di uso, di abitazione, di enfiteusi,di superficie su fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli a qualsiasi uso destinati.

IMPORTO MINIMO

l’IMU non è dovuta se pari o inferiore a € 5,00.

RIDUZIONE

per gli immobili inagibili/inabitabili e per gli immobili storici è prevista la riduzione del 50% della base imponibile.

Modalità base di calcolo

Fabbricati

Rivalutazione L.662/96 Art.3

commi 48 e 51

MOLTIPLICATORE

IMU

A (escluso A10)

Abitazioni

5%

160

A10

Uffici e studi privati

5%

80

B

Colonie, asili, ospedali

5%

140

C1

Negozi, bar, botteghe

5%

55

C2 – C6 – C7

Magazzini, posti auto , tettoie

5%

160

C3 –C4 – C5

Laboratori

5%

140

D

Opifici, alberghi, fabbricati produttivi

5%

65

D5

Istituti di credito, cambio e assicurazione

5%

80

Terreni agricoli

25%

135

Imprenditori agricoli iscritti 75

Aree Fabbricabili

valori attribuiti con riguardo ai prezzi medi rilevati sul mercato (art5 comma 5 D.Lgs.504/1992)

Direttamente al punto