Servizio gratuito di ritiro a domicilio dei rifiuti domestici pericolosi

10/05/2018  - 680 letture

Servizio gratuito di ritiro a domicilio dei rifiuti domestici pericolosi

Si ricorda che, in attesa del completamento della trasformazione della piazzola ecologica in piattaforma, è attivo il servizio gratuito di ritiro a domicilio dei rifiuti domestici pericolosi, a disposizione di tutti i cittadini che per vari motivi (lavoro, ecc.) hanno difficoltà nel consegnarli personalmente presso il mezzo apposito (ecoveicolo) nei giorni e negli orari in cui è presente presso il Cimitero.

Telefonando al numero 0373 272240, negli orari di apertura del Comune, è possibile prenotare il ritiro presso il proprio domicilio del materiale da smaltire.

Il giorno in cui sarà presente l'ecoveicolo, sarà sufficiente lasciare il materiale fuori della propria abitazione, come normalmente si fa per la raccolta differenziata (quindi la sera prima o di prima mattina), il mezzo comunale passerà poi a ritirarlo e lo porterà direttamente all'ecoveicolo.

I giorni in cui è presente l'ecoveicolo sono indicati sul calendario dei rifiuti.

Si ricordano le categorie dei rifiuti speciali domestici ritirabili:

  • apparecchi elettrici ed elettronici,
  • elettrodomestici in genere,
  • lampade al neon, lampade a led e a basso consumo,
  • barattoli di vernici, inchiostri, adesivi e resine
  • oli esausti,
  • batterie auto, pile, ecc.

Non è consentito il ritiro di tali rifiuti provenienti da attività non domestiche.

Condividi:

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...


Contatta il Comune
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.


URP - Ufficio per le Relazioni con il Pubblico
Punto di incontro e di dialogo tra i cittadini e l'Amministrazione Comunale.
Uno spazio per favorire l'ascolto, informare e semplificare l'accesso a tutti i servizi e gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto